La salute è collegata all’intestino, il centro del benessere

La salute è una normalità ma non è una situazione automatica, non cade dal cielo, bisogna guadagnarsela, sempre, tutti i giorni con criterio ed intelligenza istintiva, intuitiva e naturale.

La salute base di tutte le libertà, comincia dall’intestino

Se il nostro intestino funziona bene, tutti gli organi e l’organismo provano leggerezza e noi ci sentiamo veramente bene.

Al momento della nascita abbiamo ricevuto delle cellule sane o il più sano possibile, da questo momento la salute si sviluppa e avviene secondo l’attività e lo stato del tratto intestinale.

Oramai tutti sappiamo che il fattore principale di malattia proviene da ciò che mangiamo, gli altri fattori dipendono dallo stile di vita.

Rimane per scontato che il fumo, le polveri fini, la sedentarietà, lo stress e la scontentezza sono altri importanti fattori che inquinano la salute.

Senza però soffermarmi su queste situazioni che sono in gran parte causate dalle persone stesse, ritorno al cibo. Ogni sostanza, ogni alimento e bevanda, ogni boccone e briciola che facciamo entrare in bocca va a finire nel tratto intestinale che viene sminuito ed elaborato.

Ma qual’è allora il vero ostaggio dell’umanità?

Sembra una barzelletta ma come è possibile che noi umani a differenza di tutti gli esseri viventi sulla terra, ancora non sappiamo quale cibo fa bene al nostro organismo. Questo lo si nota dalle raccomandazioni fatte dalle istituzioni, medici, naturopati, esperti e nutrizionisti, ognuno ha la propria teoria ma nessuna davvero fa centro?!?

E come è poi possibile che con tutti questi stili alimentari ritenuti salutari, l’umano si ammala spesso e più facilmente rispetto agli animali in libertà?

Secondo la mia opinione, non abbiamo ancora realizzato e appropriato le leggi della natura. Mangiamo oltre le nostre capacità digestive, troppi cibi elaborati e denaturati, altri tossici e comunque alimenti non adatti ad un ottimale funzionamento dell’intestino. E per di più quando si presentano dei sintomi o malattie causate da una mal digestione o sviluppate da intossicazione, al posto di eliminare le cause, l’uomo moderno immette nell’organismo altri veleni chiamati farmaci che vanno a finire anche loro nell’intestino, sviluppando ulteriori malattie.